martedì 22 gennaio 2008

IL VERDETTO di Valeria Parrella

Come mi piacciono i personaggi della letteratura antica greca! E questa versione dei pensieri di Clitemnestra, del suo amore per Agamennone è bella e dura. Credo che nessun altro abbia mai descritto i sentimenti e i rapporti umani così bene che gli autori antichi greci.
È impattante cuando dice: “è l’uomo che si ama che si è disposti a uccidere, per l’uomo che si odia non muove vendetta. Vendetta è figlia di Dolore che è figlio di Amore”
Quelo che è terribile, anche, è il disprezzo per Egisto e Cassandra, due carattere che non valgono niente, che secondo Clitemnestra, non esistono come persone al punto che non ha neanche la voglia d’uccidere Cassandra: non l’importa se vive o muore.
La domanda che mi viene adesso è se esistono amori così. ¿È vera la frase sulla vendetta, il dolore e l’amore? Non è la mia concezione del amore, per niente, ma...
Perbacco! Dimenticavo ringraziare la mia cara professoressa: Grazie INA, per lasciarme questo libro, così bello!

5 commenti:

ina ha detto...

Beh, sono contenta che ti sia piaciuto! Io sono ancora lì, indecisa. Come te non partecipo di questi amori grandiosi, ma ammiro chi li sa raccontare (il che non vuol dire, a sua volta, "sentire"). Grande, 'sta Valeria. Se sapesse che la leggiamo in quel di Esplugues...

Ma tu.. ne leggi uno al giorno: la Nothomb, ...

Gli amici di Georges (Brassens) ha detto...

Non leggo uno al giorno perché non ho il tempo... ma certamente credo che leggere è la cosa che mi piace di più. E poi, i due libri erano così piccoli..
Sai? Il verdetto m'ha fatto pensare a un libro che ho letto anni fa che parlava della vita del protagonista di "Jane Eire", il famoso libro di Charlotte Brontë, visto per la sua prima moglie, quella chi è matta. Veramente, è un argomento molto interessante che ti fa pensare.
Se lo trovo a casae pensi che ti può piacere, ti lo lascio.

Anna Soler ha detto...

Nyota, chi è la donna dell'altro post davanti alla Torre Eiffel???

Gli amici di Georges (Brassens) ha detto...

Ma dai e perbacco! Chi vuole che sia? La donna la più felice dil mondo: a Parici, senza marito, senza figli.... giovane... la Nyoteta prima di diventare una moglie, una mamma e una matta!

Anna ha detto...

Jua, jua.