giovedì 19 febbraio 2009

Lo stupidorio

L’anno scorso, un ex professore Della scuola IESE, di Barcellona, una delle più importante scuole d’economia del mondo, è diventato famoso nella rete col suo blog sulla crisi delle ipoteche “subprime”. Questo blog ha cambiato la vita di Leopoldo Abadia, con un articolo chiamato “La crisi Ninja” dove spiega con un linguaggio piano e quotidiano la crisi subprime degli USA, che è diventato un fenomeno, con miliardi di visite sull’Internet.
D’allora, il signore Abadia è stato invitato a parlare a molte catene de TV, e fa anche delle classi magistrali ad alcune università e altre forum.
Oggi, nella Vanguardia, un lettore scrive sulla sua nuova proposta: Lo stupidorio.
Faccio direttamente la traduzione dal giornale:
“Venerdì scorso sono andato ad una conferenza fatta da Leopoldo Abadía., divertente, piacevole ed interessante come tutte le sue interventi, parlò d’un nuovo concetto che, al meno io, non avevo mai ascoltato in altre conferenze del professore. Si tratta dello STUPIDORIO, del convincimento che unito al cielo, l’inferno ed il purgatorio, esiste anche lo stupidorio. Ê il luogo dove vanno tutti quelli che non sono stati ne buoni ne cattivi, soltanto stupidi. Fa referenza a tutti quelli che parlano senza sapere cosa dicono, quello che vogliono convincerci di cose che neanche loro credono. Quelli che riempiono i giornali con grandi titoli che dopo due o tre giorni finiscono in interdetto. Secondo il professore Abadia, il castigo nel Stupidorio sarebbe obbligare a tutti quelli che ci arrivano ad ascoltarci fra loro durante tutta l’eternità. Alcuni (i meno stupidi) arrivano a chiedere d’essere trasferiti all’inferno.
Avere degli stupidi nel mondo non è grave e poi, non abbiamo nessuna opportunità d’evitarlo. Ma quello che è grave e può evitarsi è che loro occupino dei luoghi di responsabilità, che il nostro presente ed il nostro futuro dipenda delle decisioni presse da stupidi. Lo Stupidorio del futuro dovrà essere un luogo grande e largo... molto spazioso perché oggi i nostri stupidi sono molti. E siamo alle loro mani.”

Cosa ne pensate dello Stupidorio? Che ne pensate del Professore Abadia? Secondo me, ci vogliono un sacco come lui per uscire di questa situazione di crisi, non solo economica, ma anche politica ed morale dove tanti fra noi abbiamo finito senza renderci conto...

15 commenti:

Anna ha detto...

Che bella idea, pensare che dopo torturarci a tutti noi, se ne andranno allo stupidorio!!

Anonimo ha detto...

questo luogo avrà un padrone...silvio berlusconi.....
io scelgo già da ora (testamento biologico...ricordatevi)l'inferno....non voglio più sentire la sua voce

Gli amici di Georges (Brassens) ha detto...

Magari sarebbe divertente fare una lista di quelli che inviaremmo volentieri allo Stupidorio!
1) Berlusconi
2) ZP
3) Georges Bush (non credo che sia cattivo... soltanto stupido!)
4) mia suoccera

Dumhaikkonen ha detto...

Ma dai tua suocera davvero riesce ancora a farti trascorrere giornate infelici? Quanti anni ha?

Gli amici di Georges (Brassens) ha detto...

Ne ha 79, credo. E non l'ho vista dal 1997. Ma continua a fare tutto quello che può per finire con il mio matrimonio.

Anonimo ha detto...

la nostra segretaria (lauretta)
il problema è che occupa tanto spazio.....

Dumhaikkonen ha detto...

PARISI NELLO STUPIDARIO!!

Gli amici di Georges (Brassens) ha detto...

È previsto che lo Stupidario sia largo ed spazioso...

Anna ha detto...

Dobbiamo fare il testamento biologico su internet?

Anonimo ha detto...

se non sei in italia non è necessario.....

Anna ha detto...

Io non so dove sarò quando deva andare allo stupidorio o no.

Lo lascio qui:

NON VOGLIO ANDARE ALLO STUPIDORIO

Gli amici di Georges (Brassens) ha detto...

Io voglio andare con voi... per continuare ad avere queste conversazione così intelligenti... AH AH AH

Anonimo ha detto...

un momento ..ma il vaticano ci lascia liberi di fare questa scelta ....sai come sono

Anna ha detto...

Mi sembra di si. Nessuno non sa del certo che cosa c’è poi.

Gli amici di Georges (Brassens) ha detto...

Io so che cosa ci tocca adesso: LA BIRRA DEL VENERDÍ!!!